domenica 11 novembre 2007

Musica in pillole

Weekend molto, molto movimentato, che fa da chiusura ad una settimana insolitamente festaiola: ma in tutto questo ci sono dei piccoli appunti da fare nel campo musica & dintorni.

E' uscito "Hvarf / Heim" doppio CD dei Sigur Ros, contenente numerose rivisitazioni e qualche inedito del gruppo islandese: incredibile come un'operazione che la maggior parte degli artisti non riesce a fare senza spaventosi cali di qualità diventi un gioiellino per i Sigur Ros. L'album offre una pregevolissima versione di Staralfur ricca di una corposa base in pianoforte ed archi, senza considerare le innumerevoli variazioni cantate.


Complice il loro prossimo concerto a "La Chiave" qui a Catania (suggerito da V) e il nutrito database di LastFM ho scoperto che gli Ulan Bator sono un simpatico gruppo post-rock sperimentale francese molto simile ai nostrani Giardini di Mirò. Penso proprio di andarli a provare dal vivo, il post-rock è quasi una mia passione ormai.



La stagione concertistica qui sotto il vulcano prosegue con i Blonde Redhead il 4 dicembre. Sinceramente li avevo un po' sottovalutati ma come sempre l'impellenza di poterli vedere dal vivo, evento tra i più rari per le numerose band che snobbano Catania e la Sicilia, mi ha consigliato, e saggiamente, di fare una buona analisi della discografia. Non ho ancora deciso se andare o meno, anche se qualcuno è tra i sostenitori del Sì: inoltre metà gruppo è italiano e questo è sempre un punto a favore.


L'ultimo album degli Animal Collective è di un frastuono così meraviglioso da appagare tutti quanti i sensi. Consigliato solo a chi se la sente, e saranno in pochi a sopportare tanta bellezza e tanta rumorosità. Inoltre la cover è fantastica e riluce come gemma sullo schermo del mio iPod.

1 commenti:

V ha detto...

sono due volte cita-linkata e quasi arrossisco.
insomma, vi cercherò tra un concerto e l'altro...

:o)