giovedì 22 marzo 2007

Lonely dinner

E mi accorgo che è stata una settimana massacrante, dal punto di vista di tutto l'impegno che mi è stato richiesto, che mi è stato preteso.

E ancora, non è finita.

Perchè giovedì sera, alle 22, sono davanti al mio portatile a consumare una cena riscaldata al microonde insieme ad una pessima birra gelata, illuminata dalla lampada da tavolo sulla mia scrivania, in mezzo a libri di ogni sorta.



Foto: Reelsco

In ordine sparso:

  • un vocabolario tedesco-italiano, che da domani forse verrà accuratamente riposto dopo l'esame
  • un manuale di programmazione in C++, della serie "facciamoci del male con i distruttori virtuali puri"
  • un libro di interazione uomo-macchina, esame incombente senza alcuna voglia di studiarlo
  • un romanzo dalla copertina arancio, pieno di interrogativi sulla trama
  • il catalogo di Intimissimi, perchè è sempre utile tenersi aggiornati
  • un libro sui metodi Monte Carlo, per tentare di sbancare
  • un libro sul controllo robusto, che diventa ogni giorno più astruso
  • un'agenda moleskine, nera, piena

E in mezzo, ribadiamo, la cena del Vostro Umile e Affezionatissimo.

io speriamo che me la cavo.

1 commenti:

clair de lune ha detto...

Dai Savvuccio, certo che te la cavi!
E quando sei sconfortato pensa o, se puoi, telefona all'amore tuo...tutto sembrerà più semplice.
Un abbraccio.
StrA.